email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

EUROPEAN FILM AWARDS 2021

Titane, Quo Vadis, Aida? e The Father guidano le nomination agli European Film Awards

di 

- I film di Julia Ducournau, Jasmila Žbanić e Florian Zeller ottengono quattro nomination, seguono E' stata la mano di Dio e Scompartimento No. 6 di Juho Kuosmanen con tre candidature

Titane, Quo Vadis, Aida? e The Father guidano le nomination agli European Film Awards
Titane di Julia Ducournau

Le questioni familiari sono in primo piano agli European Film Awards di quest'anno, che si terranno a Berlino l'11 dicembre con una tradizionale cerimonia in presenza, a differenza dell'edizione eccezionale dell'anno scorso. Come annunciato questa mattina durante una conferenza al 18° Festival del cinema europeo di Siviglia, le nomination per la 34ma edizione dei premi sono guidate da tre film incentrati sugli indissolubili legami familiari che ci tengono insieme.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

I fenomeni dell'anno scorso The Father [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Florian Zeller
scheda film
]
, ritratto di Florian Zeller di un uomo anziano alle prese con la demenza e la generosa figlia, e Quo Vadis, Aida? [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jasmila Žbanić
scheda film
]
, la versione di Jasmila Žbanić dell'orrore di Srebrenica attraverso gli occhi di un traduttore delle Nazioni Unite che cerca di salvare la sua famiglia, così come Titane [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Julia Ducournau, Vincent L…
scheda film
]
, vincitore della Palma d'oro di quest'anno, con cui Julia Ducournau tenta di far esplodere ogni convenzione familiare a cui siamo abituati, hanno ricevuto quattro nomination a testa. Tutti e tre sono in lizza per il premio nelle categorie Film europeo e Regista europeo, con altre candidature nelle categorie interpretative (Anthony Hopkins per The Father, Jasna Đuričić per Quo Vadis, Aida?, e sia Agathe Rouselle che Vincent Lindon per Titane) e Sceneggiatore europeo (Jasmila Žbanić, e il duo di scrittori formato da Florian Zeller e Christopher Hampton).

A causa delle regole di selezione degli European Film Awards, non tutti i film presentati in anteprima mondiale quest'anno erano idonei per questa edizione (controlla la selezione dei film qui e qui), ma alcuni dei film più importanti di quest'anno si sono distinti in particolare. È il caso di E’ stata la mano di Dio [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Paolo Sorrentino
scheda film
]
di Paolo Sorrentino, vincitore del Gran Premio della Giuria di Venezia, prodotto da Netflix e nominato nelle categorie Film, Regista e Sceneggiatore, insieme a Scompartimento No. 6 [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Juho Kuosmanen
scheda film
]
, film di Juho Kuosmanen vincitore del Gran Premio della Giuria di Cannes, che ha ottenuto una nomination per i suoi due protagonisti (Seidi Haarla e Yuriy Borisov) e una a sorpresa nella categoria Film.

Altri due successi del circuito dei festival di quest'anno sono riusciti a ottenere due nomination ciascuno: il vincitore dell'Orso d'oro Sesso sfortunato o follie porno [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Radu Jude
scheda film
]
di Radu Jude (Regista e Sceneggiatore) e La persona peggiore del mondo [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Joachim Trier
scheda film
]
di Joachim Trier (Sceneggiatore), per il lavoro del regista insieme alla co-sceneggiatrice Eskil Vogt e per l'attrice, la protagonista Renate Reinsve, già premiata come miglior attrice a Cannes.

Ci sono diversi risultati da celebrare nelle altre categorie, come la doppia nomination per Flee [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jonas Poher Rasmussen
scheda film
]
di Jonas Poher Rasmussen, etichettato Cannes e vincitore al Sundance, nelle categorie Film d'animazione e Documentario. In quest'ultima sezione, l'acclamato regista Sergei Loznitsa si presenta con il suo ultimo lavoro, Babi Yar. Context [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Sergei Loznitsa
scheda film
]
, insieme al vincitore del Premio Speciale della Giuria alla Berlinale di Maria Speth, Mr Bachmann and His Class [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
.

Infine, hanno avuto la loro parte anche i favoriti dei festival Franz Rogowski, nominato come Attore europeo per il suo ruolo in Great Freedom [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Sebastian Meise
scheda film
]
, e Ari Folman, nominato per il Film d'animazione europeo per la sua ultima fatica Where Is Anne Frank [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ari Folman
scheda film
]
, oltre ad alcuni dei nomi che già hanno ampiamente brillato durante la stagione dei premi dello scorso anno (Carey Mulligan per Una donna promettente, Tahar Rahim per The Mauritanian [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, e Wolfwalkers [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Tomm Moore e Ross Stewart.

La lista completa dei nominati:

Film europeo
Scompartimento No. 6 [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Juho Kuosmanen
scheda film
]
– Juho Kuosmanen (Finlandia/Russia/Estonia/Germania)
Quo Vadis, Aida? [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jasmila Žbanić
scheda film
]
– Jasmila Žbanić (Bosnia-Erzegovina/Austria/Romania/Francia/ Paesi Bassi/Germania/Polonia/Norvegia/Turchia)
The Father [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Florian Zeller
scheda film
]
– Florian Zeller (Regno Unito/Francia)
E’ stata la mano di Dio [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Paolo Sorrentino
scheda film
]
– Paolo Sorrentino (Italia)
Titane [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Julia Ducournau, Vincent L…
scheda film
]
– Julia Ducournau (Francia)

Documentario europeao
Babi Yar. Context [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Sergei Loznitsa
scheda film
]
– Sergei Loznitsa (Paesi Bassi/Ucraina)
Flee [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jonas Poher Rasmussen
scheda film
]
– Jonas Poher Rasmussen (Danimarca/Francia/Norvegia/Svezia)
Mr Bachmann and His Class [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
– Maria Speth (Germania)
Taming the Garden [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Salomé Jashi
scheda film
]
– Salomé Jashi (Svizzera/Germania/Georgia)
Il ragazzo più bello del mondo [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Kristina Lindström e Krist…
scheda film
]
– Kristina Lindström, Kristian Petri (Svezia)

Film d’animazione europeo
Even Mice Belong in Heaven – Jan Bubeníček, Denisa Grimmová (Repubblica Ceca/Francia/Slovacchia/Polonia)
Flee – Jonas Poher Rasmussen
The Ape Star [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
– Linda Hambäck (Svezia/Norvegia/Danimarca)
Where Is Anne Frank [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ari Folman
scheda film
]
– Ari Folman (Belgio/Lussemburgo/Francia/Paesi Bassi/Israele)
Wolfwalkers [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
– Tomm Moore, Ross Stewart (Irlanda/Lussemburgo/Francia)

Commedia europea
Ninjababy [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Yngvild Sve Flikke
scheda film
]
– Yngvild Sve Flikke (Norvegia)
The Morning After [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
– Méliane Marcaggi (Francia)
The People Upstairs [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Cesc Gay
scheda film
]
– Cesc Gay (Spagna)

Regista europeo
Julia Ducournau - Titane
Radu Jude - Sesso sfortunato o follie porno [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Radu Jude
scheda film
]
(Romania/Croazia/Repubblica Ceca/Lussemburgo)
Paolo Sorrentino - E’ stata la mano di Dio
Jasmila Žbanić - Quo Vadis, Aida?
Florian Zeller - The Father

Attrice europea
Jasna Đuričić - Quo Vadis, Aida?
Seidi Haarla - Scompartimento No. 6
Carey Mulligan – Una donna promettente (Stati Uniti/Regno Unito)
Renate Reinsve – La persona peggiore del mondo [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Joachim Trier
scheda film
]
(Norvegia/Francia/Svezia/Danimarca)
Agathe Rousselle - Titane

Attore europeo
Yuriy Borisov - Scompartimento No. 6
Anthony Hopkins - The Father
Vincent Lindon - Titane
Tahar Rahim - The Mauritanian [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
(Regno Unito/Stati Uniti)
Franz Rogowski - Great Freedom [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Sebastian Meise
scheda film
]
(Austria/Germania)

Sceneggiatore europeo
Radu Jude - Sesso sfortunato o follie porno
Paolo Sorrentino - E’ stata la mano di Dio
Joachim Trier, Eskil Vogt - La persona peggiore del mondo
Jasmila Žbanić - Quo Vadis, Aida?
Florian Zeller, Christopher Hampton - The Father

Categorie già annunciate:

Cortometraggio europeo (leggi la news)
Bella - Thelyia Petraki (Grecia)
Displaced - Samir Karahoda (Kosovo)
Easter Eggs - Nicolas Keppens (Belgio/Francia/Paesi Bassi)
In Flow of Words - Eliane Esther Bots (Paesi Bassi)
My Uncle Tudor - Olga Lucovnicova (Belgio/Portogallo/Ungheria/Moldavia)

Scoperta europea - Premio FIPRESCI (leggi la news)
Beginning [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Dea Kulumbegashvili
scheda film
]
- Dea Kulumbegashvili (Georgia/Francia)
Lamb [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Valdimar Jóhannsson
scheda film
]
- Valdimar Jóhansson (Islanda/Svezia/Polonia)
Playground [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Laura Wandel
scheda film
]
- Laura Wandel (Belgio)
Pleasure [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ninja Thyberg
scheda film
]
- Ninja Thyberg (Svezia/Paesi Bassi/Francia)
Una donna promettente - Emerald Fennell (Stati Uniti/Regno Unito)
The Whaler Boy [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Philipp Yuryev
scheda film
]
- Philipp Yuryev (Russia/Polonia/Belgio)

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy