email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

DAVID DI DONATELLO 2021

Volevo nascondermi trionfa ai David di Donatello

di 

- Il film di Giorgio Diritti si aggiudica sette premi, tra cui miglior film, regia e attore. Miglior attrice è Sophia Loren, miglior regista esordiente Pietro Castellitto

Volevo nascondermi trionfa ai David di Donatello
Elio Germano con il suo David di Donatello come miglior attore protagonista per Volevo nascondermi

È Volevo nascondermi [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Giorgio Diritti
scheda film
]
il trionfatore della 66ma edizione dei David di Donatello, i premi del cinema italiano consegnati ieri sera nel corso di una cerimonia che ha visto il ritorno in presenza dei candidati di tutte le categorie, dopo l’edizione “virtuale” dell’anno scorso, e che si è svolta in due location, gli studi televisivi Rai e il Teatro dell’Opera di Roma. Il film di Giorgio Diritti sul pittore Antonio Ligabue ha conquistato sette David su 15 candidature: miglior film, regia, attore protagonista (Elio Germano), scenografia, fotografia, acconciatore e suono. “Ricordiamoci di Ligabue anche quando incontriamo un clochard che disegna una madonnina”, ha detto il regista durante i suoi ringraziamenti, “ricordiamoci del valore di ogni uomo e difendiamolo finché possiamo, in ogni modo”.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

L’altro grande favorito, Hammamet [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Gianni Amelio (14 candidature), ha conquistato un solo premio, quello per il miglior trucco; stessa sorte per Favolacce [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Fabio e Damiano D'Innocenzo
scheda film
]
di Fabio e Damiano D’Innocenzo (13 candidature) che si porta a casa il David per il miglior montatore. È andata meglio per Miss Marx [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Susanna Nicchiarelli
scheda film
]
e L’incredibile storia dell’Isola delle Rose [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, che hanno trasformato in premi tre delle loro 11 candidature: il film di Susanna Nicchiarelli ha vinto per i migliori costumi, compositore e produttore; il secondo, diretto da Sydney Sibilia, ha trionfato nelle categorie di miglior attrice non protagonista e attore non protagonista (Matilda De Angelis e Fabrizio Bentivoglio) ed effetti visivi.

Tra i momenti più emozionanti della serata, la consegna del David per la miglior attrice protagonista a Sophia Loren per il suo ruolo nel film diretto dal figlio Edoardo Ponti, La vita davanti a sé [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(“Forse sarà il mio ultimo film ma ho ancora voglio di farne un altro, perché senza il cinema non posso vivere”, ha detto emozionata l’icona del cinema, oggi 86enne), e il David per la miglior sceneggiatura originale assegnato a Figli [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dell’amatissimo Mattia Torre, scomparso prematuramente nel 2019, e ritirato dalla figlia 12enne Emma (“Voglio fare i complimenti a mio padre che è riuscito a vincere questo premio anche se non c'è più. Bravo papà”).

Si segnala infine il David per il miglior regista esordiente a Pietro Castellitto (I predatori [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Pietro Castellitto
scheda film
]
), il David per il miglior documentario a Mi chiamo Francesco Totti [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Alex Infascelli, e un gran colpo di scena: il David per la miglior canzone andato a Luca Medici, alias Checco Zalone, che con la sua “Immigrato” (da Tolo Tolo [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) ha battuto Laura Pausini e la sua canzone “Io sì” (per La vita davanti a sé) vincitrice ai Golden Globe e candidata agli Oscar.

La lista dei premiati ai David di Donatello 2021:

Miglior film
Volevo nascondermi [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Giorgio Diritti
scheda film
]
– Giorgio Diritti

Miglior regia
Giorgio Diritti – Volevo nascondermi

Miglior regista esordiente
Pietro Castellitto – I predatori [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Pietro Castellitto
scheda film
]

Miglior sceneggiatura originale
Mattia Torre – Figli [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]

Miglior sceneggiatura non originale
Marco Pettenello, Gianni Di Gregorio – Lontano lontano [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
(Italia/Francia)

Miglior produttore
Miss Marx [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Susanna Nicchiarelli
scheda film
]
Vivo Film con Rai Cinema, Tarantula Belgique

Miglior attrice protagonista
Sophia Loren – La vita davanti a sé [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(Italia/Stati Uniti)

Miglior attore protagonista
Elio Germano – Volevo nascondermi

Miglior attrice non protagonista
Matilda De Angelis – L’incredibile storia dell’Isola delle Rose [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 

Miglior attore non protagonista
Fabrizio Bentivoglio – L’incredibile storia dell’Isola delle Rose

Miglior autore della fotografia
Matteo Cocco – Volevo nascondermi

Miglior compositore
Gatto Ciliegia contro il grande freddo - Miss Marx [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Susanna Nicchiarelli
scheda film
]
 (Italia/Belgio)

Miglior canzone originale
“Immigrato” di Luca Medici - Tolo Tolo [+leggi anche:
trailer
scheda film
]

Miglior scenografia
Volevo nascondermi - Ludovica Ferrario, Alessandra Mura, Paola Zamagni

Miglior costumista
Massimo Cantini Parrini - Miss Marx

Miglior truccatore
Luigi Ciminelli, Andrea Leanza, Federica Castelli - Hammamet [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 

Miglior acconciatore
Aldo Signoretti - Volevo nascondermi

Miglior montatore
Esmeralda Calabria - Favolacce [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Fabio e Damiano D'Innocenzo
scheda film
]
(Italia/Svizzera)

Miglior suono
Volevo nascondermi

Migliori effetti visivi
L’incredibile storia dell’Isola delle Rose – Stefano Leoni, Elisabetta Rocca

Miglior documentario
Mi chiamo Francesco Totti [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 - Alex Infascelli

Miglior film straniero
1917 [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Sam Mendes (Regno Unito/Stati Uniti)

Miglior cortometraggio
Anne - Domenico Croce, Stefano Malchiodi

David giovani
18 regali [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Francesco Amato

David alla carriera
Sandra Milo

David speciale
Monica Bellucci
Diego Abatantuono

David dello spettatore
Tolo Tolo

Targhe David 2021 – Riconoscimento d’onore
Ai professionisti sanitari Silvia Angeletti, Ivanna Legkar e Stefano Marongiu

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy