email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE / FINANZIAMENTI Italia / Argentina / Francia

Shellac punta su Re Granchio

di 

- Il secondo lungometraggio di Alessio Rigo de Righi e Matteo Zoppis è coprodotto e venduto dalla società marsigliese che si sta espandendo su tutti i fronti

Shellac punta su Re Granchio
Gabriele Silli in Re Granchio

Guidata da Thomas Ordonneau, la società francese Shellac, che opera nella produzione, distribuzione e vendita internazionale attorno a una linea editoriale audace e artisticamente esigente, non ha deposto le armi - anzi - nel complesso clima della crisi sanitaria. Il suo futuro dipende soprattutto dalla produzione, e in questo ambito la società non risparmia sforzi e investimenti, impegnata in numerosi titoli in gestazione.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Tra questi spicca Re Granchio, secondo lungometraggio, e il primo di finzione, degli italiani Alessio Rigo de Righi e Matteo Zoppis dopo il documentario Il Solengo [+leggi anche:
trailer
intervista: Alessio Rigo de Righi, Mat…
scheda film
]
(Gran Premio a Doclisboa nel 2015).

Attualmente in post-produzione, il film (passato al Venice Gap-Financing Market 2019) vede nel cast Gabriele Silli, Alexandra Lungu, Bruno di Giovanni e Pietro de Nella. Scritta dai due registi, la sceneggiatura affonda le sue radici in racconti popolari in Italia: alla fine del XIX secolo, Luciano, figlio del medico di un piccolo paese del centro Italia, ubriaco e ribelle, uccide accidentalmente la sua fidanzata nel conflitto che lo oppone al capo del villaggio. Si trova costretto all'esilio su un'isola della Terra del Fuoco, nell'estremo sud dell'Argentina. La ricerca di un tesoro nascosto sull'isola diventa per lui un'occasione di riscatto.

Re Granchio è prodotto da Tommaso Bertani (Producer on the Move 2017 dell’European Film Promotion) per la società romana Ring Film, con i francesi di Shellac Sud (che si occuperanno della distribuzione in Francia e che guidano le vendite internazionali), e gli argentini di Wanka Cine e Volpe Films, con il sostegno della Direzione generale Cinema e audiovisivo del Ministero della Cultura DGCA-MIC (MiBACT) e del CNC (aiuto al co-sviluppo e alla co-produzione di opere cinematografiche e audiovisive franco-italiane).

Tra i prossimi film della società, va ricordato anche quello dell'ottimo documentarista francese Régis Sauder, En nous (in post-produzione - leggi l'articolo). Figurano inoltre nella line-up L'Été eternité (in post-produzione e venduto dalla stessa Shellac) e L'Extase de Dorothée (in produzione) della giovane cineasta francese Émilie Aussel, nonché Le Bruit du dehors dell’americano Ted Fendt (in post-produzione e venduto sempre da Shellac), per non parlare di diversi lungometraggi le cui riprese cominceranno a breve, come Serena dell'italiano Alessandro Comodin, La Vie des hommes infâmes del duo francese Gilles Deroo - Maria Pistone, Fleur de Bambou di Kiyé Simon Luang, L’homme sapin, la femme mésange di César Vayssié. Infine, c’è Sauvagerie di Miguel Gomes (un film in produzione che la società marsigliese coproduce, tra gli altri con Arte France Cinéma - leggi la news); la società distribuirà in Francia anche l'altro suo titolo Journal de Tûoa (attualmente in post-produzione e che l’inventivo cineasta portoghese ha co-diretto con Maureen Fazendeiro).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy