email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FILM / RECENSIONI Polonia / Stati Uniti

Recensione: Erotica 2022

di 

- Questo elegante film antologico prodotto da Netflix mostra la Polonia come un paese in cui gli uomini odiano le donne. Ma le donne ricambiano

Recensione: Erotica 2022
Monika Pikuła e Ignacy Liss in Erotica 2022 (© Hubert Komerski)

Disponibile ora in Polonia, diretto da cinque registe e scritto insieme a cinque scrittrici, il film antologico di Netflix Erotica 2022 può spiegare lo spirito delle donne polacche e il motivo dietro la massiccia protesta che si è diffusa in tutto il paese tra ottobre e novembre. Il motivo oltre alla decisione del tribunale costituzionale di inasprire la legge contro l'aborto, intendiamoci.

In maniera più o meno metaforica, le artiste dietro Erotica 2022 mostrano il modo in cui le donne sono trattate come oggetti sessuali, giocattoli o incubatrici umane, con poca o nessuna voce in capitolo, e il modo in cui i loro bisogni – indipendentemente da quali siano – sono considerati meno importanti di quelli degli uomini. Ma allo stesso tempo, ogni capitolo di questa antologia è spassoso, meravigliosamente girato, solletico per la mente o puro divertimento. Erotica 2022 è un film a sé stante, che porta firme visibili delle sue registe, e non solo una canzone di protesta visiva.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Alcune delle storie sono più realistiche di altre, come The Bear, ambientata su un treno e tra montagne innevate e incentrata sulla liberazione femminile attraverso la fuga (che è uno dei temi preferiti della regista Anna Jadowska, che ha anche co-sceneggiato la storia con Grażyna Plebanek), mentre altre hanno un tocco più distopico o fantascientifico. If you sit still long enough other animals would come (diretto da Jagoda Szelc e co-sceneggiato con Ilona Witkowska) ruota attorno a una donna (Sara Celler-Jezierska) che assiste al disastro climatico e alla morte del suo amato cane, un'attività che trova ben più coinvolgente che raggiungere un orgasmo con il suo fidanzato di lunga data (Sebastian Pawlak). L'incapacità degli uomini di procurarne uno come si deve è solitamente imputata al fatto che le donne siano frigide e difettose, una colpa che è solo un'altra forma di oppressione femminile.

Tre delle cinque storie — Disappearance of Mrs. B (diretto da Anna Kazejak, co-sceneggiato con la vincitrice del premio Nobel Olga Tokarczuk), Hard (diretto da Kasia Adamik, co-sceneggiato con Joanna Bator) e Night Shift (diretto da Olga Chajdas e co-sceneggiato da Gaja Grzegorzewska — si focalizzano su casi più diretti di abuso. Nella storia di fantascienza di Adamik, una coppia che ha cresciuto un bambino bionico cerca di superare un test per ottenerne uno biologico. La donna (Agnieszka Żulewska) fa tutto ciò che è tenuta a fare, ma i suoi sogni selvaggi di liberazione mettono in pericolo l'obiettivo di avere un bambino. Il film di Kazejak, invece, mostra un futuro non così lontano in cui le forze conservatrici hanno trionfato su quelle liberali e reso le donne completamente dipendenti dagli uomini: la signora B (l'ipnotizzante Agata Buzek) deve dare a suo marito il suo stipendio, servirgli la cena, offrigli il suo corpo e concentrarsi sul rimanere incinta. Non deve avere desideri propri o fare domande, mentre suo marito (Andrzej Konopka) è autorizzato a condurre una doppia, se non una tripla vita. Quando la signora B incontra uno scrittore intellettualmente attraente (Sebastian Stankiewicz), i suoi sensi si risvegliano, il che porta a una forma silenziosa ma significativa di ammutinamento. Al contrario, non c’è niente di calmo nella rivolta scatenata da una donna misteriosa e taciturna (Małgorzata Bela) in Night Shift. Indossa un vestito elegante, si mette al volante di una limousine e gira per la città di notte per punire i predatori maschi. Questo capitolo finale dell'antologia non potrebbe essere più soddisfacente, dimostrando che è il vecchio mondo che andrebbe bruciato, non le streghe che hanno appiccato il fuoco.

Erotica 2022 è prodotto da Marta Lewandowska per la sua compagnia Friends with Benefits. Il film è uscito in patria su Netflix il 25 novembre.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy