email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

TORINO 2020 Torino Film Industry / Premi

Il 13° TorinoFilmLab assegna i suoi premi online

di 

- I premi di produzione vanno a 4 progetti in fase avanzata di sviluppo, per un totale di €180mila. Assegnati anche i TFL Audience Design Fund e il Co–Production Fund per altri €185mila

Il 13° TorinoFilmLab assegna i suoi premi online
La regista Zuzana Kirchnerová, che ha vinto un TFL Production Award per il suo progetto The Caravan

Un’edizione di successo, sia per la qualità dei progetti presentati che per la qualità umana dimostrata in questo anno difficile flagellato dal Covid, è quella del TorinoFilmLab 2020 che si è svolta interamente online e si è conclusa venerdì scorso con l’assegnazione dei premi annuali in un’insolita cerimonia su Zoom. In tutto 61 i progetti presentati in occasione del 13° TFL Meeting Event (16-20 novembre - leggi la news) davanti a una platea virtuale di 350 professionisti del settore accreditati, che hanno avuto poi occasione di incontrare – sempre virtualmente – i team dei progetti nel corso di 700 sessioni one-to-one.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

I primi due premi di produzione, riservati ai progetti in fase avanzata di sviluppo e supportati da Creative Europe - MEDIA, sono andati uno alla coproduzione australiano-francese Michelle Remembers, primo lungometraggio di Pia Borg (il suo corto Demonic è stato selezionato a Cannes 2019), storia di una donna che sotto ipnosi rivela di essere stata vittima di riti satanici da bambina, scatenando un’isteria collettiva: secondo la giuria, “un film importante e vitale che parla con forza della realtà dei social media in cui viviamo”; l’altro è stato assegnato al progetto cileno The Mysterious Gaze of the Flamingo di Diego Céspedes (vincitore con il suo corto The Summer of the Electric Lion del Premio Cinéfondation a Cannes 2018), in cui una ragazzina di 12 anni lotta contro i pregiudizi attorno a una malattia che si trasmetterebbe tra uomini gay tramite lo sguardo: “un tenero quadro dell'amore sullo sfondo agghiacciante della paura e del pregiudizio ai tempi della pandemia”, si legge nella motivazione. I due progetti ricevono un supporto di 50mila euro ciascuno.

Gli altri due premi di produzione del TFL, di 40mila euro ciascuno, sono stati assegnati al progetto ceco-slovacco-italiano The Caravan di Zuzana Kirchnerová, un road movie ambientato in Italia con protagonisti una donna e suo figlio disabile (per la giuria “un progetto al tempo stesso onesto e coraggioso, che racconta la storia di una donna che lotta per mantenere il proprio senso di sé”), e al progetto Diaphanous della regista iraniana Dornaz Hajiha, che riflette su come in una società tradizionalista una figlia ribelle possa diventare un peso per i suoi cari (“per il suo approccio di petto a un argomento difficile in un paese tumultuoso, attraverso un personaggio femminile principale e le conseguenze di una tragedia familiare che deve essere avvolta nella segretezza per evitare la vergogna”).

Il premio TFL White Mirror (€ 3.000), a supporto di storie che affrontano temi legati alla sostenibilità con uno stile narrativo originale, è andato a Blue Star della regista greca Stella Kyriakopoulos, ambientato a bordo di un traghetto che rischia di essere venduto a una compagnia straniera, “per affrontare il grave tema della crisi finanziaria greca attraverso il genere della commedia demenziale”.

Si segnalano infine i tre premi TFL Audience Design Fund (45mila euro ciascuno), a sostegno di strategie innovative di coinvolgimento del pubblico al momento della distribuzione, attribuiti a El Father Plays Himself di Mo Scarpelli, The Salt in Our Waters di Rezwan Shahriar Sumit e White Building di Kavich Neang; e il TFL Co–Production Fund 2020 (50mila euro), a supporto delle coproduzioni tra compagnie europee e internazionali, andato a Chocobar di Lucrecia Martel.

Tutti i premi:

2 TFL Production Award
Michelle Remembers - Pia Borg (Australia/Francia)
The Mysterious Gaze of the Flamingo - Diego Céspedes (Cile)

2 TFL Production Award
The Caravan - Zuzana Kirchnerová (Repubblica Ceca/Slovacchia/Italia)
Diaphanous - Dornaz Hajiha (Hong Kong/Francia)

TFL White Mirror
Blue Star - Stella Kyriakopoulos (Grecia)

3 TFL Audience Design Fund
El Father Plays Himself - Mo Scarpelli (Regno Unito/Canada/Italia/Venezuela)
The Salt in Our Waters - Rezwan Shahriar Sumit (Bangladesh/Francia)
White Building - Kavich Neang (Cambogia/Francia/Cina)

TFL Co–Production Fund 2020
Chocobar - Lucrecia Martel (Argentina/Stati Uniti/Danimarca/Messico)

Premi collaterali

CNC Award (€ 8.000)
Nearness - Jorge Thielen Armand (Francia/Venezuela)
Menzioni speciali
Ciudad sin sueño - Guillermo García López (Spagna)
Home - Or Sinai (Israele)

Post-Production Award (€ 10.000)
Melting of the Ruler - Ivan Salatić (Montenegro)

Sub-ti Award
Heartless - Nara Normande e Tião (Francia/Brasile/Germania)

Sub-ti Access Award
Karaoke King - Federica Gianni (Italia/Stati Uniti)

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy