email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL / PREMI Italia

Il MedFilm Festival è on line con 70 film dell’area Euro-Mediterranea

di 

- Dal 9 al 15 novembre la 26° edizione del festival on line su MYmovies con film da 30 Paesi e incontri sulle opportunità commerciali dei film dell’area Euro-Mediterranea

Il MedFilm Festival è on line con 70 film dell’area Euro-Mediterranea
Lift Like a Girl di Mayye Zayed

“Un nuovo stare insieme” è il tema della 26° edizione del MedFilm Festival, dedicato alla diffusione del cinema dell’area Euro-Mediterranea, vede quest’anno la partecipazione di 70 film, in rappresentanza di 30 paesi, di cui 38 film in anteprima italiana, 4 film in anteprima internazionale, 1 film in anteprima mondiale. Grazie alla partnership con la piattaforma  MYmovies, tutto il programma del festival presieduto da Ginella Vocca e diretto da Giulio Casadei sarà disponibile online per il pubblico dal 9 al 15 novembre.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il Concorso Ufficiale – Premio Amore & Psiche presenta 8 film, che toccano alcuni aspetti cruciali della contemporaneità: l’emancipazione femminile attraverso lo sport nel documentario egiziano Lift Like a Girl [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Mayye Zayed, l’emergenza abitativa e la forza dei legami familiari nello spagnolo La última primavera [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Isabel Lamberti
scheda film
]
di Isabel Lamberti, le contraddizioni della Turchia di oggi, tra speculazione edilizia e traffico di droga, in Ghosts [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Azra Deniz Okyay, la decolonizzazione del passato storico nel film-performance iracheno Sandlines di Francis Alÿs. L’iraniano Careless Crime di Shakram Mokri e l’israeliano The Death of Cinema and My Father Too [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Dani Rosenberg, propongono caleidoscopiche riflessioni sul cinema, mentre il francese À l’abordage [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Guillaume Brac
scheda film
]
di Guillaume Brac ed il palestinese Gaza mon amour [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Tarzan e Arab Nasser offrono due luminosi inni all’amicizia e all’amore.

Nel fuori concorso spiccano Nardjes A. [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Karim Ainouz, interamente girato con uno smartphone, segue una giornata nella vita dell’attivista algerina Nardjes Asli durante le proteste del 2019; Rouge di Farid Bentoumi, su una novella Erin Brockovich che si batte per la verità, e il corto Correspondencia, un’emozionante conversazione epistolare filmata tra Carla Simón e Dominga Sotomayor Castillo su maternità ed eredità familiare.

Il MedFilm ospiterà la IX edizione dei Lux Film Days a Roma, con una retrospettiva di 6 film finalisti del Premio Lux dell’ultimo decennio, che raccontano migrazioni, emancipazione femminile, guerra, scuola e infanzia: Mediterranea [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jonas Carpignano
scheda film
]
di Jonas Carpignano, Sami Blood [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Amanda Kernell
intervista: Lars Lindstrom
scheda film
]
di Amanda Kernell, Estate 1993 [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Carla Simón
scheda film
]
di Carla Simón, Appena apro gli occhi [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Leyla Bouzid
scheda film
]
di Leyla Bouzid, Sole alto [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Dalibor Matanic
scheda film
]
di Dalibor Matanic e Class Enemy [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Rok Biček
intervista: Rok Bicek
intervista: Rok Bicek
scheda film
]
di Rok Bicek.

L’Algeria, da sempre al centro della riflessione sul Mediterraneo, sarà presente con una speciale retrospettiva di 8 titoli, “Demain, Algérie”, composta da mediometraggi e cortometraggi realizzati dai migliori cineasti della nouvelle vague algerina degli anni Dieci: Karim Moussaoui, Sofia Djama, Amin Sidi-Boumédiène, Hassen Ferhani, Dania Reymond, Damien Ounouri, Djamel Kerkar e Lamine Ammar-Khodja.

Al MedFilm si terrà la quarta edizione dei MEDMeetings, riflessione sulle opportunità commerciali dei film dell’area Euro-Mediterranea. Nell’ambito dei MEDmeetings verrà presentato il nuovo Bando “Lazio Cinema International”. Quest’anno esordiscono i MedFilm Works in Progress, a cura di Azza Chaabouni, bando aperto a progetti di finzione e documentari creativi in fase di post-produzione provenienti da Italia e dai Paesi della sponda sud del Mediterraneo. Altra novità è la sezione MedFilm Talents, dedicata ai talenti emergenti provenienti dai Paesi Euro-Mediterranei, con due incontri online con Florian Weghorn, Programme Manager di Berlinale Talents. Previste infine masterclass con Susanna Nicchiarelli e Babak Karimi.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy