email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

ROMA 2020

The show must go on: ecco la 15ma Festa del cinema di Roma

di 

- Presentato a Roma il programma della manifestazione guidata per il sesto anno da Antonio Monda, con tanti esordi italiani e ospiti internazionali

The show must go on: ecco la 15ma Festa del cinema di Roma
Fortuna di Nicolangelo Gelormini

“In un anno drammatico per tutti, parlare di festa può sembrare poco opportuno. Eppure è necessario farlo, per offrire un segno di rinascita e normalità”. The show must go on per Antonio Monda, direttore artistico della Festa del cinema di Roma, che quest’anno celebra la sua 15ma edizione con mascherine, distanziamento e controllo della temperatura per tutti, in un momento molto delicato in cui le infezioni da coronavirus sono tornate a salire.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

E così, è con “felicità e orgoglio” che il direttore ha illustrato questa mattina a Roma il programma della Festa che si terrà dal 15 al 25 ottobre, spalmata in più luoghi della città, oltre al consueto Auditorium Parco della Musica: tra questi, cinque sale cinematografiche concentrate nella zona di piazza Fiume, che costituiranno un secondo, importante polo della manifestazione. Cultura alta e cultura popolare, intrattenimento e qualità internazionale torneranno a mischiarsi in questa Festa del cinema, come sempre senza concorso, che vede 26 paesi partecipanti, 20 prime mondiali, tanti esordi italiani e grandi ospiti da tutto il mondo.

Ventiquattro i film e documentari in Selezione ufficiale, tra cui Another Round [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Thomas Vinterberg, Été 85 [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di François Ozon, Fireball: Visitors From Darker Worlds di Werner Herzog e Clive Oppenheimer, Des hommes [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Lucas Belvaux
scheda film
]
di Lucas Belvaux, la serie di lungometraggi Small Axe di Steve McQueen, e poi ancora, The Shift [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Alessandro Tonda, Fortuna [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Nicolangelo Gelormini, Stardust [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Gabriel Range e, in collaborazione con Alice nella Città (leggi il programma qui), Herself [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Phyllida Lloyd. Apre la Festa il cartoon americano Soul di Pete Docter e chiude l’atteso Cosa sarà [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Francesco Bruni (Evento speciale). Tra gli Eventi speciali, si segnalano inoltre Mi chiamo Francesco Totti [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, il documentario di Alex Infascelli sull’amatissimo calciatore ex capitano della Roma; il doc Fuori era primavera - Viaggio nell’Italia del lockdown [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Gabriele Salvatores; i primi due episodi della serie tv Romulus di Matteo Rovere, spin-off del film Il primo re [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dello stesso regista. Tra i 5 titoli in Tutti ne parlano, Seize printemps [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Suzanne Lindon
scheda film
]
di Suzanne Lindon.

I 14 Incontri ravvicinati (incontri con registi, attori e grandi personalità del mondo della cultura), marchio di fabbrica della Festa di Roma di Monda, avranno come protagonisti, fra gli altri, Steve McQueen (che riceverà anche un premio alla carriera), Fabio e Damiano D’Innocenzo, Gabriele Mainetti (che presenterà in anteprima mondiale alcune scene del suo nuovo lavoro, Freaks Out [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), i Manetti Bros. (che mostreranno in anteprima alcune sequenze del loro Diabolik), Gianfranco Rosi, François Ozon e Werner Herzog (quest’ultimo in collegamento online). Dopo il successo dell’anno scorso, tornano poi i format Duel (due personalità del mondo della cultura e dello spettacolo si sfidano davanti al pubblico, confrontando opinioni divergenti su temi legati al cinema) e Fedeltà/Tradimento (noti scrittori italiani e internazionali commentano la trasposizione cinematografica di celebri opere letterarie).

I titoli italiani selezionati sono in gran parte opere prime. Tra queste, da non perdere Le Eumenidi di Gipo Fasano, film ispirato a Eschilo girato con 9mila euro di budget e ambientato ai Parioli, quartiere chic di Roma; Maledetta primavera [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, debutto nella fiction di Elisa Amoruso; We Are the Thousand - L’incredibile storia di Rockin’1000 di Anita Ravaroli. I Film della nostra vita (ossia i film del cuore dei selezionatori) quest’anno saranno a tema fantascienza. Non mancheranno infine gli omaggi (uno dei quali a Federico Fellini), i restauri (tra cui Padre padrone dei fratelli Taviani) e una retrospettiva del maestro indiano Satyajit Ray.

In una nuova sala virtuale a capienza limitata, si potrà seguire on demand una parte del programma: la piattaforma Digital RFF15 sarà online a partire da lunedì 12 ottobre.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy