email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

SAN SEBASTIAN 2020 New Directors

Recensione: Ane

di 

- David Pérez Sañudo dimostra padronanza del mestiere, sensibilità e profondità nella sua prima incursione nel lungometraggio

Recensione: Ane
Patricia López Arnaiz in Ane

Una sezione come New Directors, del Festival internazionale del cinema di San Sebastian, ha il compito di scoprire i nomi che bisognerà tenere d'occhio nei prossimi anni. Di solito ci sono alcune gemme straordinarie da scoprire, e quest'anno una di queste si intitola Ane [+leggi anche:
trailer
intervista: David Pérez Sañudo
scheda film
]
, opera prima del regista di Bilbao David Gómez Sañudo, finora esperto e pluripremiato autore di cortometraggi, formatosi accademicamente all'ESCAC e all'Università Carlos III di Madrid, che ha partecipato al secondo bando La incubadora dell’ECAM.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Con una maturità narrativa sorprendente, Ane è una proposta cinematografica che scivola tra i generi per esporre questioni sociali, psicologiche e profondamente intime. Interpretato da Patricia López Arnáiz (Mientras dure la guerra [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Alejandro Amenábar
scheda film
]
), segue le orme di una giovane madre, Lide, una donna che ha problemi ben più grandi del suo lavoro di guardia giurata per alcune opere di ingegneria che scontentano parte della popolazione locale. Un giorno, quando si alza, sua figlia – il cui nome dà il titolo al film – non è a casa, né ha dormito nel suo letto.

Da quel momento la scomparsa diventa una specie di fantasma: nessuno la vede, né i personaggi né lo spettatore, e la sua assenza pesa come una figura spettrale. La si conosce solo da ciò che gli altri dicono di lei. L'ambiente sociale rarefatto aumenta questo senso di assenza. E si percepisce che Lide, che ha chiesto aiuto a Fernando (Mikel Losada), suo ex compagno e padre di Ane, ha paura di quella figlia invisibile... ma perché?

Gómez Sañudo – con la complicità del suo co-sceneggiatore Marina Parés Pulido – passa dal mistero al dramma politico attraverso il ritratto di una famiglia paralizzata dall'incapacità di comunicare e mostrare affetto. La ricerca di Lide non riguarda solo sua figlia, ma anche trovare un significato nella sua vita e un modo per colmare il divario che c'è fra di loro.

Ane è una produzione di Amania Films; le vendite sono curate da Latido Films, la distribuzione spagnola è affidata a Syldavia Cinema.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dallo spagnolo)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy