email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

DISTRIBUZIONE / USCITE / ESERCENTI Italia

Le sale italiane ripartono con i primi titoli e nuovi sostegni

di 

- Un nuovo provvedimento del governo assegna 10.000 euro a ciascuna sala e un contributo sui mancati incassi

Le sale italiane ripartono con i primi titoli e nuovi sostegni

Le sale cinematografiche si preparano al grande ritorno, ufficialmente il 15 giugno, dopo 3 mesi di chiusura forzata per l'emergenza coronavirus. Lo faranno con una commedia italiana con un grande potenziale come Un figlio di nome Erasmus [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, e con un titolo di richiamo per il grande pubblico dei più giovani, il cartoon Disney Onward.

Le preoccupazioni degli esercenti, espresse nelle scorse settimane per i protocolli sanitari troppo stringenti e per la mancanza di titoli, si fanno oggi meno gravi anche per il sostegno economico da parte del governo. Venerdì il ministro della Cultura Dario Franceschini ha firmato due decreti del valore complessivo di 120 milioni di euro per sostenere l'intera filiera cinematografica e audiovisiva italiana. Il primo, del valore di 100 milioni di euro, è destinato a produzione e distribuzione. Il secondo provvedimento prevede uno stanziamento di 20 milioni di euro a sostegno delle sale cinematografiche: 10.000 euro a fondo perduto per ciascuna sala che ne farà richiesta, a cui si sommerà un ulteriore contributo calcolato in misura proporzionale ai mancati incassi. A questa misura si aggiungerà un'ulteriore somma di 20 milioni, con le stesse finalità, non appena approvato l'emendamento al disegno di Legge a cui il Mibact ha già dato parere favorevole. "Un segnale estremamente positivo per tutto il settore - commenta Mario Lorini, presidente Anec Associazione Nazionale Esercenti Cinema - e al tempo stesso una spinta al prossimo passo verso la graduale riapertura del mercato cinematografico".

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

"Siamo certi che la scelta di prediligere la sala come luogo ideale per la propria fruizione – sottolinea Lorini – rappresenti un primo decisivo passo verso il ritorno alla normalità, ed un segnale importante per tutto il pubblico che ormai da troppo tempo è costretto a rinunciare alla magia del cinema. Ci auguriamo che questa scelta possa essere seguita anche da altri distributori, delineando un elenco di nuovi film in arrivo sul grande schermo a partire da luglio".

A partire dal 1 luglio arriva in sala il primo titolo italiano annunciato dopo il lockdown, Un figlio di nome Erasmus, prima produzione cinematografica targata Eagle. Diretto da Alberto Ferrari e interpretato da Luca BizzarriPaolo KessisogluRicky Memphis e Daniele Liotti il film è stato il primo lungometraggio italiano ad alto budget a debuttare direttamente in streaming, saltando il passaggio nelle sale previsto per il 19 marzo, ed è stato tra i titoli più visti nelle principali piattaforme VOD. Prevista per il 16 luglio l'uscita de La piazza della mia città - Lo Stato Sociale, documentario di Paolo Santamaria distribuito da I Wonder Pictures.

Presentato alla Berlinale dello scorso febbraio, e poi uscito negli Stati Uniti il 6 marzo, Onward di Dan Scanlon, film d’animazione Pixar distribuito da Disney, uscirà nelle sale italiane il 22 luglio. Il film era stato inizialmente programmato per il 5 marzo e posticipato al 16 aprile a causa dell'emergenza del Coronavirus, per essere infine sospeso in attesa dell’uscita theatrical.

Tornano in sala anche alcuni titoli di successo che erano appena usciti prima del lockdown, come Gli anni più belli [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Gabriele Muccino (15 luglio), Volevo nascondermi [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Giorgio Diritti
scheda film
]
di Giorgio Diritti (15 agosto nelle arene, il 20 in sala), il premio Oscar 1917 [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Sam Mendes, Il traditore [+leggi anche:
recensione
trailer
Q&A: Marco Bellocchio
scheda film
]
di Marco Bellocchio e il Pinocchio [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Matteo Garrone
scheda film
]
di Matteo Garrone. Naturalmente per riattivare il mercato saranno decisivi i day and date internazionali.

Si fa molto affidamento, tra gli altri, su Tenet di Christopher Nolan e Mulan di Niki Caro, la cui uscita mondiale è prevista per la seconda metà di luglio.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy