email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

INDUSTRIA / MERCATO Italia

Riprese sospese in Italia, come si affronta la crisi

di 

- Set chiusi, casting e location scouting rinviati a causa della pandemia. Ecco tutte le iniziative e misure delle Film Commission e Regioni italiane per affrontare la crisi

Riprese sospese in Italia, come si affronta la crisi
(© Film Commission Regione Campania)

Riprese sospese, set chiusi, casting e location scouting rinviati a causa del lockdown. Film Commission e Regioni però non si fermano, nel tentativo di contenere le conseguenze economiche dovute alla sospensione o cancellazione delle attività produttive e lavorative. Il magazine Cinema & Video International pubblica un report (in collaborazione con Italian Film Commissions) con le iniziative delle Regioni e delle Film Commission italiane messe in campo per affrontare la crisi: misure straordinarie, fondi di sostegno, agevolazioni per l’accesso al credito, proroghe delle scadenze, tavoli tematici e confronti con le categorie.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Cinema & Video International ha inoltre interpellato alcuni rappresentanti delle Film Commission. Sono tantissimi i set delle produzioni supportate da Film Commission Regione Campania ad essere stati rimandati. Ricorda il direttore Maurizio Gemma. “Chi può, sta lavorando da casa come noi. Chi non può, come gli attori e i tecnici, certamente sta vivendo un momento di maggiore preoccupazione, alla fine del quale dovremmo individuare soluzioni per recuperare il tempo perso e fronteggiare la crisi”.

“Stiamo lavorando di concerto con la Regione Toscana, su misure straordinarie da intraprendere per rendere possibile la ripresa- spiega dal canto suo Stefania Ippoliti, responsabile di Toscana Film Commission - concentrandoci sui nostri ambiti d’azione che sono tanti e molteplici: dall’attività nelle Scuole, agli Archivi, fino al supporto all’esercizio cinematografico e alla gestione di una sala, per arrivare alle molteplici azioni di attrazione, supporto e incentivo al settore della produzione cinematografica e audiovisiva.

“Diamo continuità a tutte le attività legate al Fondo per i finanziamenti dei progetti di film, documentari, corti e serie tv e abbiamo recentemente ufficializzato i primi 7 progetti che beneficeranno quest’anno di un sostegno economico e che, speriamo, possano presto essere girati in Alto Adige”, assicura Birgit Oberkofler, responsabile Film Fund & Commission di IDM Alto Adige. Anche per i nostri tradizionali programmi annuali – come il location tour “Places” e lo Script Lab “Racconti” – guardiamo al futuro e lavoriamo alle edizioni previste in autunno sul nostro territorio. cercando di trasformare il maggior tempo che abbiamo a disposizione in questi giorni proprio per migliorarne alcuni aspetti e realizzare nuove idee.

Federico Poillucci, presidente di Friuli Venezia Giulia Film Commission spiega: “Il nostro Fondo pone come condizione, per il saldo della seconda tranche del finanziamento dovuto, l’uscita in sala del film sostenuto. Stiamo prendendo in considerazione l’idea di equiparare l’uscita su piattaforma all’uscita in sala, per lo meno per tutto il periodo in cui i cinema resteranno chiusi”.

“Noi stiamo lavorando molto per il dopo Covid-19. Siamo ottimisti e torneremo più forti di prima”. E’ positiva Cristina Bolla, presidente di Genova Liguria Film Commission, che, prima dell’avvio delle disposizioni di emergenza, era impegnata nell’organizzazione di un evento al Festival di Cannes, presso il Padiglione Italiano.

Giuseppe Citrigno, presidente di Fondazione Calabria Film Commission, assicura che appena la situazione si sbloccherà, “saremo pronti a accogliere le produzioni, e a ripartire con la nostra linea strategica, riavviando il comparto con i nostri bandi: quello nuovo, dedicato alla produzione, e quelli legati all’attuazione della Legge Cinema concernenti la formazione professionale, i festival, la catalogazione delle pellicole.”

In collaborazione con

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy