email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE / FINANZIAMENTI Italia

Instant Corona, un film collettivo per raccontare Milano al tempo del Covid-19

di 

- MIR Cinematografica rivolge un invito a tutti i professionisti per creare un’opera corale che descriva la città colpita dal virus, sia fisica che “connessa in rete” a livello internazionale

Instant Corona, un film collettivo per raccontare Milano al tempo del Covid-19

Un film collettivo, Un modo per raccontare attraverso l’arte e il cinema la surreale realtà che Milano sta vivendo nei giorni dell’emergenza Covid-19. E’ l’idea lanciata da MIR Cinematografica, la società di produzione che nel 2015 aveva partecipato all’opera corale I ponti di Sarajevo [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, presentato come Proiezione Speciale al Festival di Cannes. Assieme a AIR3 Associazione Italiana Registi e Milano Film Festival, in collaborazione con Proxima Milano, Operà Music e NABA-Nuova Accademia di Belle Arti,  la società di Francesco Virga rivolge un invito a contribuire a Instant Corona (il titolo è provvisorio) a  tutti i professionisti dell’audiovisivo attivi a Milano in questo periodo: registi, filmmaker, autori, fonici, compositori, colorist, direttori della fotografia.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ciascuno può prestare la propria opera e dare il proprio contributo per testimoniare in modo creativo quanto stia succedendo nel territorio più colpito dal Coronavirus. Un’occasione che vuole coinvolgere e dare risalto a tutte le professionalità legate al mondo dell’audiovisivo attive nel capoluogo lombardo.

I contenuti audio e video effettuati da ogni regista e gruppo di ripresa potranno essere incentrati liberamente su un soggetto di interesse particolare. Il luogo può essere una via, un caseggiato, un interno, un esterno, una zona fisica o mentale, culturale, sociale, di consumo; ma anche l’espressione di una relazione di qualsiasi genere tra i cittadini, al fine di riportare uno spaccato il più ampio e composito possibile degli ambienti sociali e dei luoghi della città, sia “fisica” che “connessa in rete” a livello internazionale. Il tutto effettuato ovviamente nel pieno rispetto delle misure per contrastare il virus. Saranno accettate registrazioni audio e video effettuate con qualsiasi modalità, dall’iPhone alle camere professionali, e senza limiti di linguaggio tecnico e artistico. Il materiale prodotto verrà raccolto da MIR Cinematografica e montato in maniera condivisa.

Per aderire al progetto, a titolo volontario, basta contattare MIR Cinematografica scrivendo a Stefania Villa (svilla@mircinema.com) o chiamando il numero +39 340 7044971. Tutte le info nella call scaricabile qui.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy