email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

SUNDANCE 2020 Concorso World Cinema Documentary

Recensione: The Earth Is Blue as an Orange

di 

- Il documentario dell'ucraina Iryna Tsilyk, miglior film del concorso World Cinema Documentary a Sundance, è un omaggio affettuoso a dei personaggi affamati di vita

Recensione: The Earth Is Blue as an Orange

Presentato nel concorso World Cinema Documentary dove ha vinto il premio per la miglior regia, The Earth Is Blue as an Orange [+leggi anche:
trailer
intervista: Iryna Tsilyk
scheda film
]
è stato senza dubbio uno dei lavori più impressionanti di questa edizione del Festival di Sundance. L'ucraina Iryna Tsilyk firma un documentario che, sia dal punto di vista del ritmo che della straordinaria cornice in cui si svolge la storia di questa sorprendente famiglia, potrebbe facilmente essere scambiato per finzione.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

In un’area remota della regione del Donbass, la "zona rossa", una delle più pericolose in Ucraina, vive una madre con i suoi figli. Senza un padre, ma con la nonna, fanno parte di un piccolo gruppo di persone che non sono fuggite dal conflitto armato. Rifugiati in cantina, lavorano sul loro film. Provano e preparano scene, tengono la telecamera sulle ginocchia, molto vicina ai volti. Una delle figlie dirige, la madre fa il montaggio. Ognuno ha il proprio ruolo, davanti e dietro l'obiettivo. Tra una ripresa e l’altra ci sono risate, dibattiti e un fermento di idee condivise da tutti i membri della famiglia abitati dalla stessa passione, quella per il cinema e la vita stessa. Un'attività che diventa surreale in questo particolare contesto, richiamato dal rumore di edifici che crollano o di soldati di pattuglia a bordo di un carro armato, lusingati quando vengono filmati da questa famiglia.

Con sensibilità, la regista accompagna i suoi protagonisti lasciando a tutti spazio sufficiente per dipingere un ritratto intimo di una famiglia per la quale sente visibilmente molto rispetto e ammirazione. Conosce la regione dove ha già lavorato a vari progetti culturali, come l'iniziativa "Yellow Bus" destinata a introdurre la gente del posto al cinema e che le ha permesso di stabilire un contatto con i protagonisti del suo ultimo film.

Se le condizioni esterne hanno un impatto diretto sulla forma e sull'aspetto visivo del film, gli conferiscono anche una strana atmosfera che si potrebbe definire un po' magica. L'illuminazione, ad esempio, spesso fioca, proietta una luce calda sui volti, che cattura sia le lacrime d'emozione che le scintille di gioia negli occhi quando i membri di questa famiglia parlano del loro film. La camera, nonostante la sua vicinanza fisica, mantiene sempre una distanza obiettiva e rende le emozioni palpabili. Senza abusare dei suoi protagonisti o cadere nel sentimentalismo, The Earth Is Blue as an Orange è un omaggio affettuoso e politicamente imparziale a dei personaggi affamati di vita e di un ottimismo infallibile.

The Earth Is Blue as an Orange è una coproduzione tra Ucraina e Lituania, prodotta dalle società Albatros Communicos (UA) e Moonmakers. CAT&Docs si occupa della distribuzione mondiale del film.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.