email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FILM / REVIEWS Austria

Recensione: Safety123

di 

- Nel film di Julia Gutweniger e Florian Kofler, è meglio prevenire che curare

Recensione: Safety123

Se è vero che Safety123 [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, proiettato al DOK Leipzig nel concorso Next Masters e infine premiato con un Golden Dove, non porta nulla di nuovo al genere del documentario osservativo, è anche vero che l'ultima collaborazione tra Julia Gutweniger e Florian Kofler riesce a trasmettere un senso di scoperta. Il punto di partenza del film sono le strane pareti erette nella regione alpina, che entrambi i registi hanno deciso di esplorare in profondità. Queste costruzioni fanno parte di un sistema progettato per tenere a bada la natura o semplicemente per proteggerci dalle sue numerose sorprese.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Questa infrastruttura rimane piuttosto misteriosa oggi, dal momento che tutti evitano di pensarci, almeno fino a quando non accade qualcosa di terribile: che si tratti di una valanga, una frana o una forte nevicata. In un certo senso, questo umile film celebra l'incapacità degli esseri umani di arrendersi quando si tratta di sopravvivenza. Molte persone trascorrono ore cercando di predire il futuro, conducendo test e preparandosi a questo tipo di catastrofe, fallendo ma almeno andando a dormire consapevoli di aver fatto del loro meglio. In effetti, nonostante tutte le nuove tecnologie e gli sforzi, è un lavoro senza fine, come le fatiche di Sisifo, dove tutto dipende dal capriccio di una divinità crudele.

L'aspetto sonoro dell'opera è anche molto interessante, il che rende molto difficile indovinare il tono esatto che Gutweniger e Kofler cercano, poiché, sebbene il tema sia piuttosto drammatico, il film mantiene un grande senso dell'umorismo. I cineasti sembrano sinceramente affascinati dall'argomento, così come dalle persone che cercano letteralmente di contenere le montagne, anche se non c'è molto che possano fare al riguardo. È innegabile che questo interesse non sarà condiviso da un pubblico molto vasto (siamo onesti, guardare cadere le rocce è attraente fino a un certo punto), ma ci sono momenti nel film che funzionano alla perfezione: come le scene che mostrano una coppia che impara a dare cattive notizie alle famiglie in lutto o una comunità locale che inaugura un nuovo muro di contenimento, pregando Dio di "proteggere la loro terra da inondazioni e tempeste". In fondo, sanno perfettamente che le loro preghiere sono utili quanto qualsiasi costruzione artificiale. Per quanto facciamo, quando arriva il momento della verità, raramente siamo preparati.

Coprodotto da Italia e Austria e diretto da Julia Gutweniger e Florian Kofler, Safety123 è prodotto dai registi per Villa Mondeo.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.