email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

VENEZIA 2011 Concorso

Tinker, Tailor, Soldier, Spy, Gary Oldman affascina Venezia

di 

Tinker, Tailor, Soldier, Spy, Gary Oldman affascina Venezia

Il primo film in inglese dello svedese Tomas Alfredson, dopo il successo internazionale del dramma vampiresco Lasciami entrare [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: John Nordling
intervista: Tomas Alfredson
scheda film
]
, è l’adattamento da John le Carré Tinker, Tailor, Soldier, Spy [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
.

Tratto dal romanzo La talpa di le Carré (1974), il film è il secondo adattamento dopo la serie del 1979 in sette parti, nella quale Alec Guinness interpretava il protagonista George Smiley.

In questa versione da oltre due ore, Smiley, ex agente segreto al quale si chiede di tornare in azione per scovare una talpa, è interpretato con perfetto minimalismo da Gary Oldman, che usa gesti ed espressioni del viso misurati per suggerire la vita interiore di uno stanco veterano.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Di fatto, tutto il film ha un tono minimale: non ci sono grandi scene di inseguimento o esplosioni spettacolari. Tinker, Tailor è la tipica spy story dove la minaccia risiede nel fatto che ognuno può essere una doppia o tripla spia.

Alfredson, che dirige sulla sceneggiatura densa ma essenziale scritta da Bridget O’Conner e Peter Straughan, è lucido, e lavora a modo suo aggiungendo con precisione vari livelli di informazione, supportato da un cast superbo e vario che include Tom Hardy, Colin Firth, Toby Jones, Mark Strong, David Dencik, John Hurt, Benedict Cumberbatch e Ciaran Hinds.

I lettori che conoscono il romanzo troveranno comunque molto di che divertirsi, poiché ogni ripresa contiene affascinanti piccolo dettagli, dalla composizione della sequenza alla scenografia e dalle scelte sonore alle delicate fioriture registiche. La production designer Maria Djurkovic (The Hours) e il direttore della fotografia olandese-svedese Hoyte Van Hoytema creano un mondo in cui dominano i colori spenti, ispirato dalle stesse cose che i personaggi sembrano maneggiare di continuo: fogli di carta ingiallita, whiskey, qualche volta thé.

Il film, girato nel Regno Unito e in location in Ungheria e a Istanbul, è una co-produzione tra StudioCanal, Karla Films, Paradis Films, Kinowelt e Working Title Films, e ha ricevuto il supporto di Canal Plus e CineCinema. La Optimum Releasing (di StudioCanal) distribuirà il film nel Regno Unito il 16 settembre.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy