email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

LOCARNO 2022 Locarno Pro

Francesca Palleschi e Ayumi Filippone • Project manager, Alliance4Development, e matchmaker, Match Me!, Locarno Pro

“La collaborazione con i partner è fondamentale in tutte le fasi del programma”

di 

- Le due responsabili hanno approfondito gli scopi e le modalità delle iniziative industry in programma del Locarno Film Festival quest’anno

Francesca Palleschi e Ayumi Filippone • Project manager, Alliance4Development, e matchmaker, Match Me!, Locarno Pro

Alla vigilia dell’apertura del Locarno Film Festival, abbiamo incontrato Francesca Palleschi ed Ayumi Filippone, rispettivamente project manager di Alliance4Development e matchmaker di Match Me!. Le due responsabili si sono soffermate sul ruolo e gli sforzi di queste due iniziative nello sviluppare talenti e nel favorire partnership e collaborazioni all’interno dell’industria cinematografica.

Cineuropa: Qual è la mission di Alliance4Development? In che modalità si svolgerà?
Francesca Palleschi: Alliance4Development (A4D) nasce con l’obiettivo di incoraggiare e favorire le collaborazioni creative e di business tra paesi che condividono i confini geografici e una consolidata tradizione di co-produzione. Inizialmente focalizzata su quattro paesi [Francia, Germania, Italia e Svizzera], nel 2022 l’alleanza si è estesa anche all’Austria, a testimonianza del successo dell’iniziativa e della volontà di talenti e produttori di uscire dai propri confini e rinsaldare le modalità della co-produzione europea. I progetti selezionati sono invitati a partecipare a un ricco programma composto da pitching session, meeting one-on-one, masterclass e conferenze su temi rilevanti e attuali dell’industria dell’audiovisivo. Senza dimenticare le numerose occasioni di networking, create per offrire ai partecipanti l’opportunità di estendere e consolidare la propria rete di contatti non solo con i meeting, ma in un’atmosfera più rilassante, nella cornice magica di Locarno.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Come avete scelto i progetti di quest’anno?
F.P.: Oltre 70 produttori provenienti dai cinque paesi hanno partecipato al bando. Abbiamo ricevuto numerose proposte, tutte di grande qualità. A fronte del relativamente esiguo numero di finalisti (11 progetti in totale, due da ciascun paese e tre dalla Svizzera), abbiamo deciso di focalizzarci oltreché su valore creativo del progetto, sul potenziale di circolazione internazionale, sulla solidità delle società produttrici e sulle possibilità di co-produzione tra i paesi in focus.

Quali sono i vostri partner?
F.P.: A4D è realizzato grazie al supporto essenziale del CNC (Centre national du cinéma et de l’image animée), la Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del Ministero della Cultura, l’FFA (Filmförderungsanstalt), il Federal Office of Culture, il MEDIA Desk svizzero e l’Austrian Film Institute.

La collaborazione con i partner è fondamentale in tutte le fasi del programma, dall’ideazione dei contenuti al lancio e promozione del bando per i progetti, che viene pubblicato direttamente da ciascun partner nel proprio territorio. La loro conoscenza capillare degli interlocutori locali, nonché la loro potente comunicazione e promozione dell’iniziativa sono fattori indispensabili al successo del programma. A4D è prodotto anche grazie al sostegno di Eurimages, che co-organizza uno degli eventi di networking e l’European Producers Club, che promuove l’iniziativa attraverso i suoi canali di comunicazione. Quest’anno, inoltre, inauguriamo una nuova collaborazione con Alphapanda con l’Alphapanda Market Breakout Award. Per la prima volta, infatti, gli undici progetti selezionati competeranno per il premio offerto da Alphapanda, ovvero un servizio di consulenza del valore di €3.000.

Quali sono stati i vantaggi per i partecipanti delle precedenti edizioni? In che modo l’evento ha supportato la loro carriera?
F.P.: Lo scopo primario di quest’attività è che i partecipanti hanno sempre potuto contare su un feedback rapido ed obiettivo da parte di professionisti internazionali sul loro progetto. Negativo o positivo, in ogni caso, poter avere una visione intima e diretta di un(a) professionista abituato/a ad analizzare progetti internazionali. Alcuni progetti hanno trovato ad A4D dei partner, mentre altri hanno individuato i punti deboli per riformulare la loro struttura. Ogni feedback è valido!

Tra le più recenti storie di successo negli anni c’è La Dérive des continents (au sud) [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Lionel Baier
scheda film
]
di Lionel Baier, prodotto da Pauline Gygax e Max Karli di Bandita Films. Nel 2018 ad A4D, esordisce a Cannes 2022 e viene presentato a Locarno 2022 fuori concorso. Sempre nel 2018, Renaissance di Caterina Mona, prodotto da Michela Pini per Cinédokké, partecipa ad A4D, nel 2021 è selezionato nella sezione dei WIP di Locarno First Look con focus sulla Svizzera e diventa Semret [+leggi anche:
trailer
intervista: Caterina Mona
scheda film
]
. Verrà presentato in Piazza Grande quest’anno.

In che modalità si svolgerà, invece, MatchMe!? Come avete selezionato i 32 produttori partecipanti?
Ayumi Filippone:
La piattaforma di networking Match Me!, ormai giunta alla 7a edizione, ruota quest’anno intorno a 32 produttori emergenti provenienti da 12 paesi diversi tra territori europei (Estonia, Francia, Italia, Lettonia, Lituania, Polonia, Portogallo, Spagna, Regno Unito) ed extra-europei (Filippine, Repubblica Dominicana, Taiwan), con un’importante parità di genere. Tra il 5 ed il 7 agosto, i produttori selezionati avranno l'opportunità di partecipare ad incontri individuali con professionisti internazionali del settore, ma anche ad attività più informali quali pranzi di networking e ad i vari eventi organizzati da Locarno Pro. Match Me! accompagnerà i produttori selezionati con l’obiettivo di allargare gli orizzonti delle loro collaborazioni, relazioni e partnership: un passo essenziale per muoversi nell'entusiasmante universo della co-produzione internazionale. Analogamente agli altri progetti di Locarno Pro, Match Me! può contare sulla fondamentale collaborazione di istituti partner con i quali il progetto riesce raggiungere i produttori locali in ognuno dei territori, dove vengono aperte delle call ufficiali. Le proposte vengono poi esaminate dal team di Locarno Pro.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Leggi anche

Privacy Policy