email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

CINEKID 2020

Pavel Gumennikov • Regista di Tiger Martindale’s Survival Expert

"Ci sentiamo incredibilmente onorati di essere i primi vincitori dell'Eurimages Co-production Development Award nella storia della Lettonia!"

di 

- Abbiamo avuto l'occasione di porre alcune domande al regista lettone Pavel Gumennikov sul suo nuovo progetto, vincitore dell'Eurimages Development Award al Cinekid di quest'anno

Pavel Gumennikov  • Regista di Tiger Martindale’s Survival Expert

Cineuropa ha colto l'occasione per intervistare il regista Pavel Gumennikov. Il suo progetto, intitolato Tiger Martindale’s Survival Expert, prodotto da Sergei Serpuhov per la Baltic Pine Films con sede a Riga, è il primo lettone vincitore del prestigioso Eurimages Development Award. Assegnato durante il Cinekid Junior Co-production Market di quest'anno, il premio in denaro di €20.000 viene assegnato al miglior progetto cinematografico, con l'intenzione di sostenere il cinema giovane europeo e di stimolare ulteriormente la coproduzione europea. Per lo stesso progetto, Gumennikov ha ricevuto anche il Filmmore Post-Production Award, dotato di 5.000 euro.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Cineuropa: Di cosa parla Tiger Martindale's Survival Expert? Come descriverebbe il suo progetto e i suoi temi principali?
Pavel Gumennikov:
Tiger Martindale’s Survival Expert è una storia emozionante su una ragazza di 16 anni di nome Wendy, che crea un'immaginaria competizione di sopravvivenza nella natura selvaggia per proteggere la sua sorellina cieca dalla notizia della morte del padre. Nel film approfondiremo i temi della perdita di una persona cara, del permettere ad altre persone di entrare nelle nostre vite e costruire una nuova famiglia attraverso il mondo della fantasia. I nostri personaggi mostreranno come, attraverso la sopravvivenza, sia possibile imparare a vivere di nuovo.

Può raccontarci qualcosa del suo lavoro di squadra con lo sceneggiatore Ross Knight e il produttore Sergei Serpuhov?
Credo che il nostro solido lavoro di squadra su questo progetto abbia portato grandi risultati. Siamo costantemente in contatto e mi piacciono molto le nostre conversazioni settimanali, durante le quali condividiamo idee sullo sviluppo della storia. Abbiamo tutti le nostre opinioni forti ma, in qualche modo, ci ascoltiamo e, approfondendo gli argomenti, troviamo le soluzioni migliori. Attraverso le nostre discussioni, conosciamo meglio la nostra storia e i nostri personaggi. C'è un'atmosfera di fiducia in cui possiamo anche condividere e riflettere sulle nostre esperienze di vita. Per me questo processo è personale, poiché richiede che ognuno di noi sia completamente trasparente e onesto.

Come pensa di utilizzare il premio Eurimages?
Ci sentiamo incredibilmente onorati di essere i primi destinatari dell'Eurimages Co-production Development Award nella storia della Lettonia! Ha potenziato il progetto a livello nazionale e internazionale e ci ha dato più fiducia. Ha attirato molta attenzione da parte dei coproduttori e degli agenti di vendita. Il denaro verrà speso per la riscrittura del copione finale, la traduzione e la localizzazione, il lavoro con i bambini e gli psicologi familiari, la ripartizione dello script, i tempi e la programmazione, nonché per altre attività di preparazione per la domanda di finanziamento alla produzione nazionale.

Come valuterebbe, nel complesso, la sua partecipazione allo Junior Co-Production Market?
Davvero molto utile. Non solo abbiamo avuto la possibilità di portare il nostro progetto sull'arena internazionale, ma abbiamo anche apprezzato molto l'opportunità di presentarlo a un pubblico giovane, partecipare su varie piattaforme e ascoltare relatori e casi di studio molto stimolanti. Inoltre, è stato positivo conoscere i nuovi modi di fruizione dei contenuti da parte dei giovani, i loro interessi e qualcosa di nuovo sul nostro potenziale pubblico. Soprattutto, abbiamo acquisito nuovi contatti e abbiamo avuto incontri con potenziali coproduttori.

Che tipo di sfide ha posto al progetto l'attuale crisi sanitaria?
Personalmente, è stata una corsa con alti e bassi, e lo è ancora. Da un lato, ti godi il lusso di avere il tempo di concentrarti completamente sul progetto entro i confini del tuo appartamento, condividere idee attraverso il tuo laptop o esplorare la natura da solo, al fine di capire cosa affronterebbero i personaggi vivendo e sopravvivendo nella natura selvaggia. Da un'altra parte, mi mancavano i contatti personali. Cinekid è stata un'esperienza nuova e interessante per me, che mi è davvero piaciuta. Allo stesso tempo, ricordo l'esperienza di stringere la mano o condividere una tazza di caffè. Presentare il film ai bambini con loro presenti nella stessa stanza avrebbe potuto anche essere molto più personale, avrebbe consentito una presentazione più teatrale della storia. Quello che ho imparato da questa situazione è la capacità di restare calmo, concentrato ed essere flessibile al cambiamento. Mi ha anche reso una persona più forte.

Qual è il prossimo passo? Ha idea di quando il progetto potrebbe essere pronto per il rilascio?
La nostra timeline dice: "Rilascio: primo trimestre del 2022". Considerando che il progetto è in fase di sviluppo da tre anni ed è in buone condizioni, ora abbiamo bisogno del sostegno finanziario del National Film Center lettone per raggiungere questo obiettivo nel 2021. Sembra che abbiamo trovato i nostri futuri coproduttori a Cinekid. È un po' troppo presto per fare un annuncio ufficiale, ma siamo in procinto di finalizzare la nostra partnership.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy