email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

NIFFF 2019

Miguel Llansó • Regista di Jesus Shows You the Way to the Highway

"Se la preferenza è per qualcosa di successo, piuttosto che per qualcosa di rischioso, allora abbiamo un problema come specie"

di 

- Abbiamo conversato con il regista spagnolo Miguel Llansó dopo che ha presentato in anteprima il suo nuovo lungometraggio Jesus Shows You the Way to the Highway a Neuchâtel

Miguel Llansó  • Regista di Jesus Shows You the Way to the Highway

Il madrileno Miguel Llansó ha presentato il suo nuovo film Jesus Shows You the Way to the Highway [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Miguel Llansó
scheda film
]
nel concorso internazionale del Neuchâtel International Fantasy Film Festival (5-13 luglio). Il regista ha parlato con Cineuropa del film e di come la fantascienza sia inseparabile dalla realtà nel mondo odierno.

Cineuropa: Jesus Shows You the Way to the Highway è camp, divertente, paranoico e molto critico nei confronti del potere. Che cosa l’ha spinta a fare un film del genere?
Miguel Llansó: Penso che viviamo in un mondo totalmente virtuale, e non possiamo davvero più dire quale sia la realtà. Io lo guardo dal punto di vista della "modernità liquida" – tutto è mediatizzato, quindi è possibile distinguere la verità dalle cazzate. Sono sulla stessa pagina. Le persone non hanno più alcun punto di riferimento, quindi viviamo in questa nebbia sfocata che avvolge le teorie cospirative. I populisti stanno rifondando miti e mitologie classici, e molte persone abboccano perché sono totalmente perdute e loro si connettono con qualcosa di primitivo dentro di noi.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il film mostra il mondo sfocato del potere e il personaggio principale, Kagano, nel mezzo, che non capisce nulla. Questo è il riflesso della realtà. Non sappiamo di chi dovremmo fidarci: il New York Times? Noi stessi?

Il suo film parla di tecnologie moderne e sistemi informativi, ma ha scelto un linguaggio estetico molto lo-fi per raccontare la storia: modem, dial-up, DOS... Perché questo approccio vecchia scuola?
Penso che tutti i computer e i sistemi informatici appaiano molto innocui nel film, e così anche l'intero film. Volevo dimostrare che dietro questa innocuità c'è qualcosa di veramente oscuro. Negli anni '80 e '90, quando tutti i computer furono sviluppati e tutti gli esperimenti furono condotti su social network e social media, questi computer dall'aspetto naif furono il seme di qualcosa di veramente spaventoso. Non credevamo che fossero così potenti o che potessero analizzare il comportamento umano – ma la realtà era diversa. Gli esperimenti sociali degli anni '60, come quello di Milgram, analizzavano dati basati su 50-60 persone. Ora, i social media possono condurre esperimenti simili con milioni di persone, utilizzando dati già disponibili. Mai prima d'ora è stato possibile effettuare una così ampia analisi del comportamento umano.

L'esperimento di Milgram sull'obbedienza alle figure di autorità mostrò come un’opinione diversa sia costretta a conformarsi alla maggioranza. Pensa che questo valga anche per il cinema di oggi?
Sì, totalmente. Netflix può analizzare tutto – il momento in cui l'attenzione delle persone inizia a vacillare, con uno spaccato basato su sesso, età e molte altre variabili. Tutto ciò che rientra in una curva va bene, e tutto ciò che rimane ai margini è escluso. Una volta, si effettuavano screening per un pubblico di 100-200 persone, ora invece hanno dati di visualizzazione di milioni di individui. I film sono fatti sulla base di previsioni, ma gli esseri umani si sono sempre evoluti attraverso la creatività, e la creatività dovrebbe portarci oltre i margini. Ma se l'unica preferenza è per qualcosa di successo, piuttosto che per qualcosa di rischioso, allora abbiamo un bel problema come specie.

Jesus Shows You the Way to the Highway è la prima coproduzione mai realizzata tra Estonia ed Etiopia. Perché questa combinazione?
Mi piace costruire cose al margine, e queste produzioni esotiche sono incredibili. Aprono il mondo a connessioni più sorprendenti. Volevo sottolineare che non ci sono livelli di importanza; tutti i paesi sono ugualmente importanti nel mio film perché tratta di un complotto di spionaggio internazionale. Vogliamo mantenere tutti i paesi su un piano di parità.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Leggi anche