email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

Stine Helgeland • Norwegian Film Institute

"Oggi c'è molto interesse per il cinema norvegese"

di 

Stine Helgeland • Norwegian Film Institute

Ventuno film domestici usciranno in Norvegia nella prima metà dell'anno e un record di 40 entro fine 2011. Stine Helgeland, da un anno Direttore della Promozione e delle Relazioni Istituzionali per il Norwegian Film Institute (NFI), ci racconta l'eccezionale 2011 di uscite locali e come cambia il volto della distribuzione in Norvegia.

Cineuropa: Perché così tanti film locali usciranno nel 2011?
Stine Helgeland:Ci sono tanto ottimismo e talento attualmente, e questo, combinato con il nuovo meccanismo di supporto retroattivo del NFI, ne è probabilmente il motivo. Se un film raggiunge i 10.000 spettatori e ha una normale distribuzione di sala, il nostro supporto equivale al 100% dell'incasso netto del produttore (fino ad una certa somma), da tutte le finestre di distribuzione. Questo particolare meccanismo distributivo è unicamente norvegese. Siamo anche il primo paese al mondo che sarà interamente digitalizzato ad aprile.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Quali sono i film norvegesi da vedere?
È difficile per me del NFI dare un'opinione, ovviamente, ma I Travel Alone di Stian Kristiansen dovrebbe essere un buon film. E poi The Mountain di Ole Giæver e Jørgen + Anne [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Anne Sewitsky, entrambi selezionati per Berlino. Ho grandi speranze anche per Babycall [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Pål Sletaune, con Noomi Rapace.

Guardando alle uscite dei prossimi sei mesi, fra i maggiori attori, SF Norge distribuisce cinque titoli locali, ma Sandrew Metronome e Nordisk Film solo due ciascuno e Scanbox uno. I giorni dei minimi garantiti sulla grande distribuzione sembrano finiti ….
Il ruolo dei distributori sta cambiando con le tecnologie digitali, ed il loro potere è stato usurpato dagli esercenti, che possono scegliere di proiettare, ad esempio, Avatar per la seconda volta o dei classici la domenica mattina, o calcio e opera. Possono programmare i loro film con più specificità.

Il nuovo sistema di supporto del NFI dice che hai bisogno di un distributore per avere il supporto di marketing, ma non dice 'distributore con esperienza', e quindi vedremo sempre più produttori che creeranno la propria compagna di distribuzione per i propri film. Penso che i filmmaker dovranno scegliere piattaforme diverse dal cinema per raggiungere le loro platee, ma la sfida naturalmente è ottenere incassi dalle nuove forme distributive.

Da ex-Responsabile di marketing e acquisizioni per Sandrew Metronome, sa quanto è importante creare il materiale giusto dall'inizio. Lavorerà coi produttori alle strategie di marketing dei loro film?
Sì, fa parte della nostra nuova strategia. Di fatto, il nostro supporto di marketing è cambiato. Non è più automatico. Quando produttori e distributori otterranno il supporto alla produzione, li inviteremo ad un incontro per discutere come supportare le loro strategie di distribuzione. Il supporto di marketing per la distribuzione nazionale va da zero a 2 milioni di corone norvegesi e i distributori devono corrispondere quella cifra. Tutto possono farne richiesta, anche le co-produzioni di minoranza. Devono solo avere i requisiti nel "test culturale" e avere "la distribuzione ordinaria".

A livello internazionale, quali sono gli obiettivi chiave per sostenere l'attuale interesse nei confronti del cinema norvegese?
Saremo più precisi e lavoreremo solo a film (e documentari e corti) che riterremo abbiano la possibilità di successo internazionale. Restringeremo la selezione ai festival, in stretta collaborazione con i rivenditori. In termini di paesi, nel nostro focus quest'anno ci Germania e Scandinavia, entrambi in termini di produzione e distribuzione. Organizzeremo opportunità di networking per produttori e lavoreremo più duramente sulla promozione di specifici film all'estero.

C'è molto interesse nei confronti del cinema norvegese oggi. I produttori hanno sottolineato l'attenzione crescente di rivenditori e buyer europei. Cercheremo di sostenere questo trend facilitando, ad esempio, la proiezioni di pellicole norvegesi.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy