email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

Sylvie Verheyde

I suoi cortometraggi Entre chiens et loups e La Maison verte conquistano critica e spettatori di numerosi festival. Il suo primo lungometraggio, Un frère mette in relazione la capitale ed i sobborghi mostrando, con i suoi personaggi, un panorama di emarginati. Il ruolo di Sophie viene affidato ad Emma de Caune e varrà all'attrice il César come migliore promessa femminile. Quest'ultima sarà scelta ancora una volta dalla regista per interpretare il ruolo principale nel suo film successivo Princesse. Realizza in seguito alcuni telefilm, in particolare per i canali M6 a Arte, mentre nel 2008 ritorna al grande schermo con Stella. Giovane talento del cinema francese, Sylvie Verheyde descrive ambienti popolari e una pittoresca intimità.

Filmografia parziale

leggi anche: Registi, Sceneggiatori